Eventi

Festival della Sensorialità
13 e 14 settembre presso La Limonaia

da 2 Agosto 20143 Commenti

Musica: a Torino il 13 e 14 settembre ‘nasce’ il Festival della Sensorialità
nella prima edizione ospitata da ‘La Limonaia’ giornate esperienziali, live e libri
A Torino il 13 e 14 Settembre si aprono le porte della ‘Limonaia’ per la prima edizione del Festival della Sensorialità.

Due giorni per accorgersi di come il patrimonio umano dei sensi possa ricondurre ognuno di noi al centro della propria vita. Come il filo di Arianna per Teseo, il tatto, la vista, il gusto, l’udito e l’olfatto ci condurranno fuori dal labirinto, quel dedalo di vicoli che allontanano l’integrazione fra passato e presente, essere e apparire.

Armonia dentro una nota musicale

Cinque “stanze” sensoriali dove i visitatori potranno ‘ritrovarsi’ attraverso l’esperienza del “tocco” con Gabriella Boero e Giulio Lisanti, delle forme e dei colori con le opere d’arte di Giusy D’Arrigo, dei nuovi profumi creati da La Torre, dei sapori frutto della minuziosa e appassionata ricerca di Cesare Grandi ed infine l’esperienza del suono, delle vibrazioni che saranno il filo conduttore dell’intero Festival grazie ai musicisti che vi prenderanno parte quali Beatrice Gargano, Luciana Ferullo, Massimo Berni, Adelaide Isabella, Mario Calisi e Laura Salvatore con la psicosensorialità e la composizione psicomusicale.

Anche la presentazione di due libri è parte integrante di questo inno alla saggezza custodita nei cinque sensi: il romanzo “Il Mondo Invisibile e la Casa delle Rose Selvatiche” di Veronica Marino presentato da Carla Perotti e il saggio “La Musica, risonanza fra Dio e l’Uomo” curato da Maurizio Grandi e Beatrice Gargano.

Da Gershwin e poi, a ritroso, fino a Jacopone da Todi la storia delle Musica scorrerà per suggestioni lungo la spirale espansiva della vita. Sarà dunque la “Limonaia” di Torino, in Via Mario Ponzio n. 10, ad ospitare l’intreccio degli eventi, tutti tasselli di un unico grande mosaico, la Neuroestetica, raccontata da Emilia Costa.

3 Commenti

  • enrico cecchetto ha detto:

    “Festival della Sensorialità” Quante emozioni suscitano queste parole. Ciascuno di noi conosce la potenzialità di un profumo, di un suono, di un’immagine, di un sapore, di un tocco. Ciascuno di noi ha esperienza del viaggio interiore che attraverso i sensi e grazie ad essi siamo in grado di compiere. Ritroviamo volti che abbiamo amato, riviviamo situazioni vissute, riaffrontiamo paure mai superate, riscopriamo intatti dolori che credevamo sopiti e gioie che temevamo scadute nell’abitudine.
    E’ un esperire interiore quello che il Festival della Sensorialità offrirà a coloro i quali potranno e sapranno goderne. Congratulazioni di cuore a Chi ha saputo ideare e condividere questa esperienza unica

  • Rosa ha detto:

    Sono ricolma di gratitudine per come vi organizzate ad aiutare il prossimo. Una mia utopia per creare il giardino degli angeli, dove tutto è armonia…la Torre che si fonde con la musica. i colori. il profumo…l’acqua che si sposa col sole per creare il vapore, il tutto che si unisce al punto dove tutto ebbe origine… (l’amore incondizionato).

    GRAZIE, a tutti gli esseri che sanno amare incondizionatamente. Io li chiamo ANGELI.

    Rosa Lombardi.

  • luigia ha detto:

    purtroppo questa volta non posso partecipare, ma sono interessantissima a questi avvenimenti e nuove sperimentazioni
    Vi prego di tenermi informata
    grazie e auguri per questi due giorni dedicati al “sentire e gustare”
    luigia bertorello

Lascia una risposta