ESTETICA (aistetikos=percepibile). Esperienza sensibile, sensoriale, involontaria e sistematica indotta da uno stimolo non correlato. Lo straordinario potere dei nostri sensi attraverso cui entriamo in rapporto con la bellezza.

Ognuno di noi vive un’esperienza emozionale e coinvolgente in corrispondenza a ciò che, osservando, definisce come bello. Non per tutto, ma solo per quello che, soggettivamente esprime bellezza. L’esperienza di bellezza cambia la nostra fisiologia.

Di fronte alla bellezza si attiva un’area della corteccia ben precisa, quella orbito-frontale e dorso-laterale, vicine al “cervello emotivo”, il sistema limbico.

Quando si attiva la corteccia prefrontale si attiva un’area deputata all’integrazione e regolazione dei vissuti, delle emozioni e aumentano le capacità empatiche.

Esperienze di bellezza da fonti sensoriali, come le arti visive, la musica, o contesti morali o esperienze cognitive come la matematica, correlano con l’attività in un’unica parte del cervello emotivo, l’area A1 della corteccia mediale orbitofrontale (mOFC).